Le Piccole Storie di Rabbi Nachman

Da NachmanYomi.

La Storia Concentrica

"Prima che fossero scritte le fiabe nel libro "Sipurei Masyiot",ad un uomo che gli domandava Rabbi Nachman rispose:tutte le fiabe che sono raccontate nel mondo, nascondono molti segreti nascosti e grandi concetti, anche se sembrano leggere quelle fiabe che mancano di ogni contenuto. E così la gente le ha balbettate, e non sono stte riferite in ordine poichè ciò che è stato attbuito all'inizio è stato raccontato alla fine e così è stato capovolto ciò che ne è uscito, ma invero c'è nelle fiabe che vengono raccontate al mondo, discorsi nascosti molto profondi, e il Baal Shem Tov, sia ricordata la Sua Memoria Giusta e Santa per Benedizione, poteva attraverso le fiabe fare le sue preghiere" Così dice la prima prefazione (QADMAT) riscritta dal discepolo di Rabbi Nachman al "Sippurei Masyiot". Le fiabe sono un modulo usato normalmente dai chassidim, ma ancora più da Rabbi Nachman che dà alla forma di fiaba trasmessa dai goim, in particolare dall'ambiente nordico che circonda i primi chassidim, un significato ebraico, come se questi racconti fossere vettori di nascosti messaggi cabalistici. Lo stile delle storie è definito da Wiesel "Cerchi concentrici il cui centro è forse sepolto nell'intimo dell'uomo: l'io dell'io, la coscienza che si fa silenzio e pace, la memoria dentro la memoria" Questa, come sappiamo dalla psiconalisi è la struttura dei sogni, e infatti Rabbi Nachman usava raccontare i suoi sogni. Ma in fondo non dice il Talmud che il sogno è il sessantesimo della profezia?

Le piccole storie

Le storie che proponiamo sono i cerchi più interni. Essi sono tratte da quattro fonti principali 1) il libro "Sipurey Masyiot" composto da 13 fiabe o racconti lunghi, di cui prendiamo singoli segmenti di narrazione. Spesso sono fiabe che i personaggi della fiaba raccontano. Sono esattamente la struttura del mondo delle "Bechinot", cioè delle porte che nell'universo cabalistico portano da una Sefirah all'altra. 2)Il testo detto Sichot HaRan, meditazioni del Maestro, che contiene anch'esso brevi storie con senso compiuto, e anche dalle Sichot che sono in appendice al Sippurei Masiyot. 3)le storie che si ritrovano in Kochvey Or, che sono state state trovate in un taccuino di Rabbi Naftali , uno degli stretti discepoli di Rabbi Nachman. Esse al contrario delle storie di Sipurey Masyiot, sono state trasmesse solo in ebraico, non in yidisch. 4)Le fiabe tratte da altri taccuini di allievi di Rabbi Nachman. ====> work in progress


VEDI ==> Il Liqutey MohaRa"N

Strumenti personali